1150x792_header_Salli_banner_story.jpg

Prysmian ti presenta Salli

Salli, la prima CEO donna del Gruppo Prysmian in Svezia, ci racconta quanto sia importante ascoltare le persone.

LUGLIO 2017

Recruiter per formazione, Direttrice Vendite per vocazione, Country Manager per realizzazione personale ed ora CEO per meriti acquisiti: il percorso intrapreso da Salli Hara all’interno del Gruppo Prysmian, che mostra di per sé le qualità umane e professionali dell’AD di Prysmian Svezia, è un eccellente esempio delle opportunità di crescita che offre il Gruppo leader mondiale  nel settore dei cavi e sistemi per l’energia e le telecomunicazioni.

"Ho preso questa decisione perché credevo fermamente in questa nuova e inaspettata opportunità che avevo ricevuto, ma anche perché ho trovato molto sostegno nelle persone che hanno condiviso la mia visione, guardando oltre."

 

La sua carriera è infatti iniziata in un campo molto lontano dall’industria manifatturiera: “Sono nata nella parte orientale della Finlandia, una zona rurale, e mi sono trasferita a Helsinki per studiare all’Università. Dopo la laurea in legge e il praticantato in tribunale, ho cominciato a lavorare per uno dei più grandi gruppi bancari della Finlandia e sono rimasta nella divisione legale fino al momento della crisi. Sono stati anni difficili, dopo i quali decisi di passare all’avvocatura, lavorando in uno Studio legale del quale sono poi diventata socia”.

A questo punto è stato il caso, nelle vesti di una società quotata finlandese, a spingere Salli ad intraprendere un percorso di carriera nel campo industriale: “Avevamo questa azienda come cliente del nostro Studio legale. Un giorno mi chiesero di unirmi a loro come membro della Direzione con responsabilità agli Affari Legali e alle Risorse Umane. Colsi l’occasione immediatamente, frequentando un master in Economia mentre lavoravo alla strategia aziendale.”

Successivamente Salli ha deciso di cominciare una nuova esperienza professionale unendosi al Gruppo Prysmian: “Sono entrata in Prysmian nel settembre 2005, subito dopo lo spin-off la separazione dalla Pirelli, come Direttore delle Risorse Umane per la Finlandia, mantenendo la responsabilità degli Affari Legali. È stato un periodo cruciale e molto interessante, perché abbiamo posto le basi per una crescita sostenibile dell’industria dei cavi in Finlandia”.

Eppure Prysmian non era una scelta ovvia per la sua carriera: questo è il mio modo di crescere. È una specie di circolo virtuoso: quando ti piace quello che fai, ti si presentano delle opportunità che ti danno nuove energie, aiutandoti ad acquisire più fiducia in te stesso e nelle persone che ti circondano”, risponde Salli alla domanda sulla sua esperienza all’interno del Gruppo Prysmian.

Salli Hara ha mostrato di possedere una delle qualità più richieste (ricercate mi sembra una ripetizione con cercare che è subito dopo) da Prysmian Group: il desiderio e la volontà di cercare costantemente nuove sfide, guardando ad ogni lavoro, ad ogni occupazione e ad ogni responsabilità della propria carriera come ad un’opportunità per imparare cose nuove, facendo tesoro dell’esperienza del passato. “Per me, la possibilità di sviluppare le mie abilità personali e professionali in diversi settori aziendali e diversi ambienti lavorativi è stata una vera risorsa”.

Non è stato sempre un percorso semplice: “Tra i periodi più complessi devo ricordare quello della fusione tra Prysmian e Draka. Ricordo come fase più impegnativa la gestione del cambiamento: ho cercato di concentrarmi sulle persone trasmettendo loro fiducia e consigliando loro la strada migliore per andare avanti, perché siamo persone e non macchine.

Molte opportunità possono nascere anche dalle situazioni più difficili. Ci sono cose che puoi imparare attraverso determinate esperienze, vivendole, che non sono nei libri: sono molto orgogliosa di lavorare in un’azienda che mette le persone in primo piano e riconosce l’importanza delle emozioni nella vita di ogni giorno”.

L’impegnativo periodo della fusione tra Prysmian e Draka si è così rivelato una nuova opportunità: a Salli Hara è stato infatti chiesto di diventare Direttrice delle Risorse Umane della Regione Nordica, una nuova entità del Gruppo Prysmian creata specificamente per lei. Un posto di lavoro che per lei ha significato l’inizio di un appassionante viaggio nella costruzione di una nuova organizzazione, sia per quanto riguarda la ristrutturazione interna sia per la scelta delle persone giuste per coprire le nuove posizioni. “Siamo davvero partiti da zero, cercando di fare il massimo per sostenere le necessità del business regionale e per stabilire le prime sinergie”, investendo sempre nelle persone, mostrando fiducia in loro ed aiutandole a trovare le occasioni giuste per sviluppare il proprio potenziale, attraverso una continua crescita all’interno dell’azienda.

Il Gruppo Prysmian è un gran posto per lavorare proprio per l’importanza che viene data al valore umano. Sotto questo aspetto, ho molta fiducia e sento molte responsabilità: un obiettivo centrale è essere in grado di condividere con tutti i dipendenti e i membri del team, siano essi uomini o donne, l’importanza di questa responsabilità. Spero che la mia carriera personale possa essere d’ispirazione per loro: un esempio di come si possano fare grandi cose superando i limiti che ci circondano – mi riferisco in particolare alle donne – mostrando come ogni obiettivo sia possibile se si ha fiducia in se stessi.

Perché questi limiti sono necessari, ma non devono essere ostacoli per il nostro futuro. Nella maggior parte dei casi, i limiti e le diversità sono opportunità da sfruttare: “esattamente, opportunità per migliorare se stessi. In questo senso vorrei dire ai miei dipendenti: riconoscete i vostri limiti e provate a gestirli, potreste scoprire qualcosa di nuovo riguardo a voi stessi. Alle donne vorrei dire: alzatevi, abbiate fiducia in voi stesse, accettate le sfide, le critiche e i fallimenti. Talvolta falliamo, anche miseramente, ma quando ci rialziamo diventiamo più forti. Quindi, investi su di te, credi in te stessa e in ciò che sai fare, non vergognarti e mostra il tuo talento. Prenditi seriamente: ciascuno di noi porta un po’ di diversità su di sé; sei speciale, nella tua identità”.

Gli ultimi mesi hanno visto un nuovo cambiamento nella sua vita professionale: “dopo gli anni nelle Risorse Umane di Prysmian Nordic Region ho sentito il bisogno di migliorarmi ancora. Ho lavorato in molte posizioni diverse in questi anni, in diversi paesi e in diversi contesti. Sono stati i miei dipendenti ad incoraggiarmi a fare domanda per il GEMBA”. GEMBA (Global Executive MBA) è uno dei corsi offerti dal Gruppo Prysmian ai propri dipendenti in collaborazione con SDA Bocconi School of Management.

“Ho già seguito il corso ALP (Advanced Leadership Program) della SDA Bocconi, che mi ha permesso di aggiornare la mia esperienza e gli strumenti di cui dispongo a livello manageriale. Ho avuto un’educazione solida (legale ed economica), e in questo senso è stato un modo per ampliare le mie conoscenze e le mie abilità, dato che l’apprendimento è un’esperienza che non finisce mai. GEMBA è iniziato quest’anno, e si sta rivelando un’esperienza davvero elettrizzante, che mi permette di riprendere i temi del mio passato e di aggiungere nuove conoscenze. Una cosa che ho imparato è che la leadership è soprattutto questione di abilità e professionalità. Ma abilità e professionalità sono prive di significato senza le emozioni e le passioni. Ho sempre cercato di chiedere alle persone di fare un passo in più: devo sentire le emozioni dei miei lavoratori per poterli coinvolgere da un punto di vista emotivo. Dobbiamo capire l’importanza di fare le cose per una ragione più alta. Ho ricevuto molto dalle persone che mi sono state vicine, dando loro la possibilità di sostenermi. Si sono rivelati grandi uomini e grandi donne che mi hanno restituito molto a livello personale”.

Il passaggio alla nuova posizione di CEO del Gruppo Prysmian in Svezia rappresenta l’inizio di una nuova importante avventura. Salli ha seguito lo sviluppo dell’azienda in Svezia sin dal 2011 e ha visto le trasformazioni e l’evoluzione che ha attraversato in questi anni. Ora, è pronta per una nuova sfida: “Non vedo l’ora di mettermi al lavoro, al fianco di un gruppo di persone entusiaste e appassionate, per aiutare Prysmian a far crescere le proprie attività in Svezia. Se possibile, trovando anche l’occasione per divertirci insieme.”