arrow-right angle-down-sx angle-down-dx menu-hamburger search
test
test
test
test
test
test
test
test
test
test
test
test

TOP CONTENT

Partner dei leader mondiali

Risultati al 31 dicembre 2020

Andamento nelle Aree geografiche: Solida performance nell'Energy & Infrastructure in Nord America sulla spinta della Power Distribution a dell?Overhead Transmission Lines

I Ricavi dell’area geografica EMEA nel 2020 sono stati pari a €5.344 milioni, con una variazione organica del -8,9% (escludendo il segmento Projects). L’EBITDA Adjusted è risultato pari a €370 milioni (€491 milioni nel 2019). Il rapporto EBITDA Adjusted su ricavi si attesta al 6,9% rispetto al 7,9% del 2019.
Tale andamento della crescita organica è riconducibile alla performance negativa riscontrata soprattutto nel secondo trimestre 2020 in South Europe, UK e Middle East a seguito del dilagare della pandemia Covid-19. Anche la performance dei business Projects e Telecom incide sui risultati dell’area geografica.
A partire dal secondo semestre 2020, si è assistito ad un miglioramento sequenziale nel business dell’E&I, che ha raggiunto, peraltro, una crescita organica leggermente positiva nell’ultimo trimestre dell’anno.

I Ricavi dell’area ammontano a €3.084 milioni, con una variazione organica del -6,5% rispetto al 2019 (escludendo il segmento Projects). L’EBITDA Adjusted ammonta a €354 milioni (rispetto ai €352 milioni del 2019) confermando un trend stabile. Il rapporto EBITDA Adjusted su ricavi si attesta all’11,5% rispetto al 10,2% del 2019. Solida performance nel business Energy & Infrastructure, dovuto principalmente alla Power Distribution (meno marcata nel secondo semestre 2020) e all’Overhead Transmission Lines, nonché da un miglioramento continuo nel business dei cavi ottici. I margini sono stati supportati da un favorevole business mix e dalle azioni mirate alla riduzione dei costi.

I ricavi dell’area geografica LatAm sono stati pari a €775 milioni, con una variazione organica del -10,4% (escludendo il segmento Projects). L’EBITDA Adjusted ammonta a €68 milioni (rispetto ai €102 milioni del 2019). Il rapporto EBITDA Adjusted su ricavi si attesta all’8,8% rispetto al 10,9% del 2019. La Region è stata pesantemente impattata dagli effetti negativi derivanti dalla pandemia Covid-19 nel secondo trimestre del 2020, ma con un forte recupero nel secondo semestre. Positiva la crescita organica nell’ultimo trimestre, guidata soprattutto dal Trade & Installers, dall’Overhead Transmission Line e dal Telecom.

I ricavi dell’area Asia Pacific nel 2020 sono stati pari a €813 milioni, riportando una variazione organica del -10,1% (escludendo il segmento Projects). L’EBITDA Adjusted ammonta a €48 milioni (rispetto ai €62 milioni del 2019). Il rapporto EBITDA Adjusted su ricavi si attesta all’6% rispetto al 6,5% del 2019. Si evidenza un significativo recupero nel quarto trimestre grazie alla spinta del segmento Energy (soprattutto Trade and Installers, Renewables ed Elevator) in parte attenuato dall’andamento del Telecom.

Il nostro modello di business

Prysmian Group promuove un modello di business basato sul concetto di valore condiviso attraverso un approccio strategico che considera fondamentali i seguenti elementi: ascolto e coinvolgimento attivo di tutti gli stakeholder interni ed esterni, attenzione costante all'evoluzione del contesto globale e di settore, pianificazione del futuro in modo responsabile che tenga conto di ambiente e società.
  1. Siamo una public company e, come tale, è fondamentale allineare gli interessi del Gruppo con quelli dei nostri stakeholder. Abbiamo sempre mantenuto un dialogo aperto e trasparente con i nostri azionisti, dipendenti, clienti e fornitori, le istituzioni e le comunità in cui operiamo. Per garantire la loro fiducia e supporto, ci sforziamo di mantenere elevati standard e pratiche di governance: ad esempio, il 67% dei membri del Consiglio è indipendente. In qualità di public company, le assemblee degli azionisti del Gruppo Prysmian rappresentano un'importante occasione di confronto, coinvolgimento e accordo tra tutti gli azionisti.
 
  1. Ci sforziamo di allineare gli obiettivi di gestione del Gruppo con i KPI di sostenibilità e, a tal fine, abbiamo adottato una scorecard che ci consente di gestire le questioni sociali, economiche e ambientali nell'ambito delle nostre attività di business. La scorecard del Gruppo Prysmian comprende 14 obiettivi con impatto sul business. Si tratta di obiettivi chiari e misurabili individuati con riferimento a 3 parametri: i 17 Sustainable Development Goals for 2030 (SDGs) definiti dalle Nazioni Unite, le richieste dei principali International Sustainability Index e i bisogni e le aspettative dei nostri stakeholder, che ogni anno vengono mappati tramite le iniziative di stakeholder engagement del Gruppo.
 
  1. Il sistema di incentivazione per tutti i manager del Gruppo Prysmian è legato al raggiungimento di obiettivi di miglioramento dei nostri parametri ESG. La Politica di Remunerazione 2020 adottata dal Gruppo prevede un sistema di remunerazione variabile basato anche sulle performance in materia di sostenibilità e, in particolare, sul posizionamento del Gruppo nei tre principali indici di sostenibilità - Dow Jones Sustainability Index, CDP Index, EcoVadis Index - e in parte sui progressi compiuti nell'attuazione dei piani di azione su tre temi importanti per il business: il livello di diversità di genere nella gestione, la riduzione delle emissioni di CO2 e la salute e sicurezza sul lavoro.

Accelerazione su Climate Change. Prysmian Zero Emission Entro il 2040 (Scope 1 and 2)

Prysmian Group conferma l’ambizione ad essere tra i player tecnologici di riferimento nella transizione verso l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili e verso una economia decarbonizzata. Il 48% di ricavi del Gruppo sono riconducibili a business e prodotti che contribuiscono alla economia low carbon . Con l’obiettivo di sostenere la prevista accelerazione nello sviluppo di nuove interconnessioni energetiche sottomarine e terrestri (principalmente interconnessioni e collegamenti di offshore wind farms) il Gruppo ha previsto investimenti per circa €450 milioni entro il 2022 (oltre il 50% del totale investimenti), destinati anche a migliorare ulteriormente la sostenibilità della propria organizzazione e supply chain.

Prysmian Group annuncia anche una nuova e ambiziosa strategia climatica adottando obiettivi Science Based allineati ai requisiti dell’Accordo di Parigi e siglando la Business Ambition (1,5°) con obiettivo “Net Zero” previsto tra il 2035 e il 2040 per le emissioni generate dalle proprie attività (Scope 1 e 2) ed entro il 2050 per le emissioni della catena del valore (Scope 3). Tra le iniziative più rilevanti in questo ambito, lo stabilimento di Pikkala del Gruppo, principalmente dedicato alla produzione di cavi per le offshore wind, sarà il primo plant a zero emissioni nette e il 100% dell’energia utilizzata sarà ottenuto da fonti rinnovabili certificate.

Accelerazione su Climate Change. Prysmian Zero Emission Entro il 2040 (Scope 1 and 2)

Stakeholders value creation

La strategia di Prysmian Group si fonda sui principi di sostenibilità che sono alla base dell’ESG Identity del Gruppo. Principi che vengono applicati a ogni fase della catena di valore di Prysmian e che sono gestiti attraverso il modello di Governance ESG. All’interno del Gruppo la creazione di valore è stimolata dai significativi input generati dall’approccio di Prysmian in riferimento a tre pilastri dell’identità aziendale: People, Culture & Organization; Sustainable Innovation & Supply chain; Extended value chain. Questi input alimentano la catena di valore del Gruppo permettendo a Prysmian di creare output potenzialmente in grado di generare un impatto all’esterno dell’organizzazione, contribuendo al raggiungimento di specifici Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. La creazione di valore del Gruppo non può prescindere dai driver esterni che impattano sulle attività e sugli output di Prysmian, quali la transizione energetica, la digitalizzazione, la scarsità di risorse e le questioni sociali.

PEOPLE, CULTURE & ORGANIZATION SUSTAINABLE INNOVATION & LEAN MANUFACTURING EXTENDED VALUE CHAIN
+29% investimenti in salute e sicurezza
Sostenibilità al centro dell’innovation strategy
On time delivery oltre il 94%
Sicurezza negli ambienti di lavoro: test continuativi, distribuzione di materiale sanitario e DPI
Innovativo cavo P-Laser 525 kV HVDC
Re-design dei flussi di approvvigionamento
Remote Working agevolato ed esteso a tutti gli impiegati
Cavo FlexRibbonTM con la più alta densità di fibre al suo interno
Gestione emergenziale della logistica
Diversità di genere, età e cultura al centro
Alesea, assistente virtuale intelligente per la gestione delle bobine
Continuità della supply chain
Citizenship e responsabilità sociale
PG Connect, soluzione digitale e sostenibile che sfrutta la “Augmented Reality technology”
Costante comunicazione con I clienti German Corridors, progetto di installazione di 2.300 chilometri di cavi elettrici sotterranei ad alta tensione dal Mare del Nord al sud della Germania
Digitalizzazione delle attività dell’Academy
Kablee, piattaforma digitale per fornire servizi sostenibili, connettività in aree rurali
Progetto di interconnessione sottomarina tra Creta e la regione del Peloponneso
Politica di remunerazione allineata agli obiettivi ESG

Energy Projects: verso nuovi orizzonti

Abbattiamo le frontiere nella realizzazione di infrastrutture elettriche. Le nostre competenze esecutive, la capacità produttiva e gli investimenti nelle infrastrutture attestano la nostra leadership. Offriamo soluzioni all'avanguardia per la realizzazione di collegamenti elettrici terrestri e sottomarini ad alta tensione negli ambienti più complessi.

Offriamo servizi "chiavi in mano" per la realizzazione di collegamenti elettrici sottomarini per grandi parchi eolici offshore, e siamo in grado di posare cavi sottomarini fino a 2.000 metri di profondità con la Giulio Verne, una delle navi posacavi più all'avanguardia in questo settore. Raggiungiamo sempre nuovi primati in tutti gli ambiti in cui operiamo, in tutto il mondo.

Energy Projects: verso nuovi orizzonti

Market share & Competitors

I primi sette mesi del 2021 hanno registrato una forte ripresa dell’economia a livello globale, dopo un 2020 penalizzato fortemente dalla pandemia Covid-19 con effetti negativi senza precedenti sul quadro macroeconomico globale. Tale ripresa è stata anche sostenuta dai piani nazionali a supporto di sviluppo di progetti infrastrutturali e di digitalizzazione. Secondo le ultime stime del Fondo Monetario Internazionale, l'economia globale dovrebbe crescere del 6,0% nel 2021, dopo la contrazione del 3,2% nel 2020. A livello geografico, gli Stati Unti - con una crescita stimata del 7,0% - sono previsti tornare ai livelli di attività di fine 2019 già quest’anno, mentre per l’Eurozona e il Regno Unito tale recupero è previsto per l’anno prossimo. L’economia cinese, l’unica tra le grandi economie ad aver chiuso il 2020 con il segno positivo (+2,3%), è prevista in accelerazione con una crescita stimata dell’8,1% nel 2021. Gli impatti straordinari della pandemia Covid-19 hanno inciso l’anno scorso anche sui risultati del Gruppo Prysmian, soprattutto nei business connessi al settore delle costruzioni (Trade & Installers) e con rilevanti attività di installazione. La progressiva ripresa delle attività, accompagnata da una gestione tempestiva dei costi, da una supply chain estremamente flessibile e da un livello di servizio clienti molto focalizzato, hanno consentito al management di proteggere i risultati del Gruppo e di limitare l’impatto della pandemia sulla marginalità del Gruppo. Il primo semestre del 2021 ha confermato il consolidamento di tali trend positivi, con il business Energy che ha raggiunto i livelli pre-pandemia con una migliore marginalità se si esclude l’effetto dell’incremento dei prezzi dei metalli, e con i volumi Telecom in sensibile recupero a livello globale, sebbene rimanga ancora elevato il livello di incertezza, acuita dagli effetti della pandemia sulla disponibilità e sui prezzi delle materie prime. Alla luce dei risultati del primo semestre 2021 e considerando le condizioni di contesto di business il Gruppo Prysmian prevede, per l’intero esercizio 2021, una domanda nei business dei cavi per le costruzioni e industriali in netto recupero rispetto all’anno precedente. Nel business dei sistemi e cavi sottomarini, il Gruppo, come attestato dal solido order intake del primo semestre, punta a riaffermare la propria leadership in un mercato atteso in crescita, grazie allo sviluppo dei parchi eolici offshore e alle interconnessioni necessarie per lo sviluppo delle energie rinnovabili a supporto dell’Energy Transition. Per tale segmento il Gruppo prevede risultati in crescita rispetto all’anno scorso, con il secondo semestre in netto miglioramento rispetto alla prima parte dell’anno grazie sia ad un maggior utilizzo della capacità nel business dei cavi sottomarini sia all’avvio dell’esecuzione dei progetti German Corridors. Nel segmento Telecom, il Gruppo prevede volumi in crescita nel business ottico e una persistente pressione sui prezzi, in particolare in Europa. Rimangono confermati per il Gruppo Prysmian i driver di crescita di lungo periodo legati principalmente alla transizione energetica verso le fonti rinnovabili, al rafforzamento delle reti di telecomunicazione (digitalizzazione) e al processo di elettrificazione. Il Gruppo può inoltre contare su una ampia diversificazione di business e aree geografiche, una solida struttura patrimoniale, una supply chain efficiente e flessibile e un’organizzazione snella, tutti fattori che stanno permettendo di fronteggiare l’emergenza con fiducia. Alla luce delle considerazioni di cui sopra e in aggiunta alla solida performance del Gruppo nel primo semestre, il Gruppo provvede a migliorare le previsioni di risultato per l’intero esercizio rispetto a quelle annunciate a marzo. Per l’intero esercizio 2021, il Gruppo prevede un EBITDA Adjusted compreso nell’intervallo di €920-970 milioni, in crescita rispetto all’intervallo €870–940 milioni annunciato precedentemente. Rimane invariato l’obbiettivo della generazione di cassa, secondo il quale il Gruppo prevede per l’esercizio 2021 di generare flussi di cassa per circa €300 milioni ± 20% (FCF prima di acquisizioni e dismissioni). Tali previsioni si basano sull’assenza di cambiamenti rilevanti nell’evoluzione dell’emergenza sanitaria e di conseguenti ulteriori discontinuità e rallentamenti nelle attività economiche globali. Le previsioni, inoltre, si basano sul corrente perimetro di business della Società, e non includono impatti sul flusso di cassa relativi alle tematiche Antitrust. Anche per il 2021, infine, si prevede un impatto negativo sul risultato operativo di Gruppo, dovuto all’effetto traslativo della conversione nella valuta di consolidamento dei risultati delle consociate, per un importo di circa €20-25 milioni. L’ammontare cumulato dell’impatto negativo dei cambi nel biennio 2020 e 2021 (atteso) è stimato in circa €55 milioni.

Energy Projects Financial Results

(EURO MILLION) 2016 2017 2018 2019 2020
SALES
1,634
1,490
1,751
1,844
1,438
ADJ. EBITDA
260
266
101
228
186

Energy projects: soluzioni innovative per ogni applicazione

Offriamo una gamma di prodotti tra le più vaste e complete che ci siano. Siamo in costante evoluzione per soddisfare sempre le esigenze dei nostri clienti, valorizzando le loro attività e favorendo una crescita redditizia. Grazie alle nostre business unit Energy & Infrastructure (che comprende Power Distribution e Trade & Installers) e Industrial & Network Components (che comprende Specialties & OEM, Elevators, Automotive e Network Components), riusciamo a soddisfare le necessità di tutti i tipi di industria.

Energy projects: soluzioni innovative per ogni applicazione

Energy Products Financial Results

(EURO MILLION) 2016 2017 2018 2019 2020
SALES
4,469
4,880
8,139
8,027
7,207
ADJ. EBITDA
280
244
372
505
440

Telecom: soluzioni all'avanguardia per le telecomunicazioni

Siamo uno dei maggiori produttori di cavi per telecomunicazioni al mondo, in grado di offrire soluzioni in fibra ottica e in rame. Offriamo un contributo essenziale alle principali aziende mondiali nel settore delle telecomunicazioni.

I progressi nella realizzazione di soluzioni tecnologiche per la banda larga e i risultati eccezionali ottenuti dalle nostre tre business unit Telecom Solutions, Optical Fibre e Multimedia permettono di creare nuove opportunità di crescita e di realizzare collegamenti e soluzioni che migliorano la qualità della vita in ogni ambiente.

Telecom Financial Results

(EURO MILLION) 2016 2017 2018 2019 2020
SALES
1,164
1,258
1,634
1,648
1,371
ADJ. EBITDA
163
214
295
274
214

Ricavi 2020 per Business Area

Ricavi 2020 per Business Area

Ricavi 2020 per area geografica

Ricavi 2020 per area geografica

Concorrenti

Nexans, Southwire, General Cable, Sumitomo Electronic, CommScope, Jangsu Shanshang, LS Cable, Furukawa, Leoni, NKT Cables