arrow-right angle-down-sx angle-down-dx menu-hamburger search
test
test
test
test
test
test
test
test
test
test
test
test

TOP CONTENT
OVERVIEW

Capitale Sociale e Azionariato

Al 31 dicembre 2020 il capitale sociale di Prysmian S.p.A. è costituito da n. 268.144.246 azioni, ciascuna con valore nominale paria a 0,10 Euro, per complessivi 26.814.424,60.

Il flottante della Società era pari al 100% delle azioni in circolazione e gli azionisti con quote rilevanti (superiori al 3%) rappresentavano complessivamente circa il 26% del capitale: non risultavano quindi azionisti di maggioranza o di riferimento. Prysmian rappresenta oggi uno dei pochi casi italiani di società industriali con presenza globale ad aver raggiunto nel corso degli ultimi anni lo status di Public Company.

 

Fonte: Nasdaq, gennaio 2021

 

(*)Include Principalmente azioni detenute da altri investitori e terzi depositari di azioni a fini di trading.

L’azionariato per area geografica evidenzia un peso predominante degli Stati Uniti con il 30% del capitale detenuto dagli investitori istituzionali, seguiti dal Regno Unito al 25%, entrambi in incremento rispetto all’anno scorso, in cui rappresentavano circa il 28% e 21% rispettivamente. L’Italia rappresenta circa l’8% del capitale detenuto da investitori istituzionali, in diminuzione rispetto al 13% del 2019. La Francia rappresenta circa l’11%, in leggero decremento rispetto l’anno scorso. Sostanzialmente stabile il peso degli investitori asiatici (principalmente Giappone e Hong Kong)..

 

Fonte: Nasdaq, gennaio 2021

A livello complessivo, circa il 73% del capitale è detenuto da fondi di investimento con strategie Value, Growth o GARP (Growth at Reasonable Price), che pertanto prevedono una creazione di valore offerta dal titolo nel medio-lungo termine e considerano la valutazione corrente inferiore alle prospettive offerte dai fondamentali della società. In leggero diminuzione rispetto al 2019 la componente di azionisti che seguono un approccio di investimento Index, o passivo, ovvero basato sui principali indici azionari di riferimento, mentre la componente Hedge Fund, focalizzata su un orizzonte temporale più breve, ha incrementato il suo peso al 4% del totale dal 2% dell’anno scorso.

 

Fonte: Nasdaq, gennaio 2021

 

Nell’azionariato di Prysmian continua a crescere anche la rilevanza degli investitori ESG (Environment, Social and Governance), ovvero quelli che mettono al centro delle loro strategie di investimento le tematiche ambientali, sociali e di governance. Negli ultimi 2 anni, il peso di tali investitori nell’azionariato di Prysmian è incrementato in modo sostanziale, passando da circa 13% a 35% attuali.

 

Fonte: Nasdaq, gennaio 2021