Lettera agli stakeholder

I risultati dell’esercizio 2017 sono in linea con le nostre aspettative ed evidenziano una sostanziale stabilità dei ricavi organici con una positiva accelerazione nel quarto trimestre. In miglioramento la redditività, con un buon incremento dell’EBITDA Adjusted e il significativo miglioramento dei margini nei business a più elevato contenuto di tecnologia e valore aggiunto Energy Projects e Telecom. Nei cavi sottomarini il robusto order intake per circa un miliardo di Euro conferma la leadership tecnologica e di mercato del Gruppo. Importanti i progetti acquisiti, come il cablaggio delle prime offshore wind farm in Francia e l’interconnessione IFA2 tra Gran Bretagna e Francia. Il miglioramento dei margini è stato favorito dall’insourcing di importanti attività di esecuzione dei progetti, nonché dal mix più vantaggioso. Nel Telecom, è proseguito il forte trend di domanda di cavi ottici, supportato dallo sviluppo di reti broadband e dall’avvio degli investimenti per il 5G.

Nel dettaglio, i Ricavi di Gruppo sono ammontati a Euro 7.901 milioni, con una variazione organica del -0,1% a parità di perimetro e al netto di variazioni del prezzo di metalli e cambi, che nel quarto trimestre è migliorata (+2,9%) grazie alla crescita a doppia cifra dei ricavi nel business ottico del Telecom e al recupero graduale dei business E&I e Industrial & Network Components. I contributi di maggior rilievo alla crescita dell’EBITDA Rettificato sono derivati dal miglioramento della redditività nei business strategici del Telecom, che riporta un rapporto EBITDA Rettificato su Ricavi del 17,0% (da 14,0% nel 2016) e Energy Projects con margini al 17,8% (15,9% nel 2016). Tale progressione positiva ha consentito di assorbire sia gli effetti della performance
negativa della controllata Oman Cable Industries, sia gli impatti sfavorevoli dei tassi di cambio (negativi per Euro 11 milioni rispetto al 2016). L’EBITDA di Gruppo è salito del 1,9% a Euro 657 milioni, includendo gli oneri netti legati alle riorganizzazioni aziendali, gli oneri netti considerati non ricorrenti, gli altri oneri netti non operativi e i costi accessori per l’acquisizione di General Cable, pari a Euro 76 milioni, con un rapporto EBITDA Rettificato su Ricavi del 9,3%, stabile rispetto al 2016.

L’EBITDA Rettificato ha toccato quindi un nuovo massimo nella storia della nostra società a Euro 733 milioni, dopo il record stabilito nel 2016 di Euro 711 milioni, centrando il target indicato nel range di Euro 710 – 750 milioni, e consentendo al Consiglio di Amministrazione di proporre la distribuzione di un dividendo di Euro 0,43 per azione. A premiare la redditività hanno contribuito anche la focalizzazione su efficienza gestionale e organizzativa, l’ottimizzazione del footprint produttivo e un mix di vendite focalizzato in particolare su Energy Projects e Telecom.

Lo sviluppo della strategia di crescita del Gruppo è proseguito, come nell’esercizio precedente, attraverso la focalizzazione degli investimenti nei business a elevato valore aggiunto e contenuto tecnologico, con la creazione di centri di eccellenza con elevate competenze, mentre è proseguita la ricerca di efficienza produttiva nei segmenti a minor valore aggiunto. Nel 2017 sono stati investiti Euro 257 milioni (Euro 233 milioni nel 2016). Un impegno importante è costituito dall’investimento triennale di Euro 250 milioni volto ad ampliare la capacità produttiva del Gruppo a livello mondiale per soddisfare la crescente domanda di cavi ottici per lo sviluppo delle nuove reti di telecomunicazioni ad alta velocità. Attraverso il Fast Forward Operations Project, inoltre, il Gruppo ha proseguito nel percorso di miglioramento della competitività del proprio assetto industriale.

Gli investimenti in Ricerca e Sviluppo effettuati nel 2017 sono ammontati a Euro 84milioni, in linea con il 2016. L’impegno nella Ricerca & Sviluppo è centrale nella strategia di crescita del Gruppo Prysmian. Nel 2017 La Banca Europea per gli Investimenti (BEI) e Prysmian Group hanno annunciato il perfezionamento di un finanziamento di Euro 110 milioni destinato a sostenere i piani di R&S in Europa nel periodo 2017-2020 del Gruppo. Anche grazie al contributo di BEI, Prysmian è stata in grado di incrementare ulteriormente gli investimenti, in particolare, la tecnologia del cavo sta dimostrando di poter contribuire in maniera determinante alla sfida della digitalizzazione e dello sviluppo di reti elettriche più performanti e sostenibili per l’ambiente.
Fibre ottiche innovative, cavi a minor impatto ambientale e più elevate performance di capacità e voltaggio, tecnologie per il monitoraggio del funzionamento delle reti, sono alcuni degli ambiti sui quali l’azienda si sta concentrando. Il finanziamento BEI è in particolare destinato alla ricerca di materiali innovativi con l’impiego di nanotecnologie, ai sistemi per il monitoraggio e gestione delle reti terrestri e sottomarine, ai nuovi cavi e materiali per soluzioni più sostenibili e cavi ibridi energia e telecom. Sarà anche finanziato lo sviluppo di nuovi prodotti, come cavi e sistemi terrestri e sottomarini per la trasmissione di energia, cavi P-Laser alta tensione, cavi per il settore delle energie rinnovabili, fibre ottiche con elevate performance, cavi per applicazioni Fibre
to the Home e Fibre to the Antenna, connettività e sviluppo di cavi e sistemi intelligenti per sensing, monitoraggio e gestione. Grazie ai nuovi investimenti si potranno raggiungere risultati ancor più significativi per lo sviluppo delle reti energia e telecomunicazioni, come quelli ottenuti negli ultimi anni, tra cui si segnalano, nelle applicazioni energetiche il nuovo cavo P-Laser 600 kV, i cavi HVDC 600 kV XLPE e 700 kV PPL, il nuovo cavo 66 kV, e in quelle per reti broadband il nuovo Flextube, il cavo ottico a più elevata densità di fibre esistente al mondo. Nel 2017 è anche proseguito l’impegno per l’evoluzione delle tecnologie Pry-Cam, sviluppate da Prysmian Electronics, per il monitoraggio delle reti elettriche, che riscuotono notevole successo.

L’esercizio 2017 ha segnato un’ulteriore accelerazione della crescita di Prysmian per linee esterne confermando la vocazione del Gruppo ad agire nel ruolo di aggregatore su scala globale, innalzando la qualità e la competitività dell’intera industria dei cavi. L’accordo di fusione raggiunto con General Cable costituisce un ulteriore e fondamentale passo avanti in questa direzione, e fa seguito ad una serie di importanti operazioni recentemente realizzate. Tra queste l’acquisizione degli asset della cinese Shen Huan Cable, con l’obiettivo di perseguire in Cina una strategia di crescita indipendente, quella delle attività di cavi dati rame di Corning in Germania e, meno recentemente, dell’americana Gulf Coast Downhole Technologies e di Oman Cables Industry, la cui integrazione è ormai in fase avanzata.

Lo sviluppo del capitale umano e l’organizzazione aziendale sono ambiti in cui il Gruppo è all’avanguardia grazie alle innovative politiche di people development adottate e alle iniziative di promozione delle diversità e delle pari opportunità. Nel corso del 2017 sono stati diversi i programmi di talent development e recruiting rivolti sia ai dipendenti sia ai potenziali candidati: oltre 5.100 dipendenti hanno frequentato i corsi di formazione presso la Prysmian Group Academy e la nuova Manufacturing Academy; oltre 48 nuove risorse di elevato potenziale hanno avviato il proprio percorso di crescita in azienda con Graduate Program “Build the Future” giunto alla sua settima edizione. La seconda edizione del programma di recruiting “Make it” rivolto all’inserimento di ingegneri e tecnici e il nuovo programma “Sell it”, per 50 giovani commerciali ad elevato potenziale hanno consentito l’inserimento in azienda rispettivamente di 57 e 48 professionisti con esperienza in ambito operations e commerciale. Tra le principali iniziative del 2017, da evidenziare il progetto “Side by Side”, finalizzato a incrementare la partecipazione delle donne a tutti i livelli dell'organizzazione, ad alimentare una cultura dell’inclusione e del rispetto delle diversità e a promuovere la diversità e la meritocrazia in azienda. In questo ambito si inquadra anche il programma YES – Your Employee Shares, che nei primi quattro anni ha registrato l’adesione di oltre il 53% dei nostri 7.400 collaboratori in 28 paesi, che sono così diventati anche investitori della società in cui lavorano.

La sostenibilità ricopre un ruolo centrale per il Gruppo Prysmian, impegnato a promuovere un modello di business che integra la responsabilità economica, sociale ed ambientale in tutti gli aspetti e le attività del Gruppo. Attraverso un approccio strategico che considera elementi chiave l’ascolto e il coinvolgimento attivo di tutti gli stakeholder del Gruppo, interni ed esterni, l’attenzione costante all’evoluzione del contesto globale e di settore, nonché la capacità di pensare al futuro in un’ottica di responsabilità verso l’ambiente e la società, Prysmian promuove un modello di business basato sul concetto di valore condiviso. Punto forte di tale approccio è il costante monitoraggio delle performance di sostenibilità del Gruppo lungo tutta la catena del valore con l’obiettivo, non solo di valutare le performance ex post, ma anche di sviluppare un atteggiamento proattivo nei processi decisionali, in grado di anticipare e cogliere le nuove opportunità. In qualità di leader nel settore dei cavi e dei sistemi per l’energia e le telecomunicazioni, il Gruppo esprime al meglio il proprio approccio alla sostenibilità, guidando la propria strategia di crescita verso tematiche chiave quali: l'’innovazione tecnologica e sostenibile delle soluzioni offerte, la responsabilità ambientale dei processi produttivi, l’attenzione alla sicurezza sul lavoro, lo sviluppo dei talenti e la gestione delle relazioni con i propri clienti e con le comunità locali nelle quali il Gruppo opera.

A cornice di tutto rimangono saldi i principi di etica, integrità, trasparenza, anti-corruzione e rispetto dei diritti umani, che caratterizzano il modo di operare di Prysmian e che trovano un riferimento concreto nel Codice Etico e nelle policy diffuse in tutto il Gruppo. Nel corso del 2017 Prysmian ha dato ampia visibilità alle tematiche di sostenibilità attraverso attività e campagne di comunicazione mirate, strumenti di comunicazione come il “Sustainability Yearly Overview” e il sito internet collegato, e gli eventi di Pikkala (Finalndia-febbraio 2017), e di Delft (Olanda-novembre 2017), dedicati a un panel selezionato di stakeholder.

L’insieme delle positive performance realizzate ha consentito di centrare anche per il 2017 gli obiettivi comunicati al mercato e di poter proporre ai nostri azionisti un dividendo di Euro 0,43 per azione. Infine, guardando al futuro, rinnovo soddisfazione per l’approvazione da parte degli azionisti di General Cable della nostra proposta di acquisizione e confermiamo la previsione del closing entro il terzo trimestre del 2018. L’eventuale approvazione dell’aumento di capitale da Euro 500 milioni ci consentirebbe inoltre di acquisire ulteriore flessibilità finanziaria e di guardare anche a ulteriori acquisizioni mirate e in linea con la nostra strategia di crescita.