arrow-right angle-down-sx angle-down-dx menu-hamburger search YouTube Facebook Twitter Instagram LinkedIn Flickr Scribd Info Tooltip

Comunicazioni ai nostri Azionisti

Lettera agli shareholder

Lettera del CEO di Prysmian

 

Anche il 2021 è stato un anno segnato da incertezze e sfide senza precedenti per il business e l’industria a livello mondiale, dettate dagli impatti del contesto macroeconomico globale, politico e sociale.

Il 2021 è stato anche un anno di sfide e incertezze per le nostre persone e comunità in tutto il mondo. Desidero ringraziare tutti i nostri dipendenti per l’incredibile resilienza e l’impegno dimostrati nel corso dell’anno.

Il mondo sta cambiando e il cambiamento climatico è una delle principali sfide globali che le società si trovano ad affrontare in questo momento. Per riuscire in questo intento è necessario attuare una radicale decarbonizzazione, motivo per cui la collettività sta spingendo a favore dell’espansione e dell’integrazione delle energie rinnovabili. La costante innovazione tecnologica di Prysmian è essenziale per rispondere a tutto questo.

Le nostre efficienti soluzioni smart e green, unite al know-how, all’impegno e alla passione delle nostre persone, posizionano Prysmian come il principale enabler tecnologico, forte di un’offerta e soluzioni rivoluzionarie per le generazioni di oggi e per quelle di domani.

La solida performance registrata nel 2021 in tutti i settori è stata trainata dalla forte domanda delle nostre soluzioni in ogni regione del mondo. Ne consegue che continuiamo a essere la forza trainante della transizione energetica, della digitalizzazione e dell’elettrificazione a livello globale.

 

Un anno di grande crescita e commesse record

Per la prima volta nella storia del Gruppo i ricavi hanno superato la soglia record dei 12 miliardi di euro, con una variazione organica del 10,9%, sostenuta dalle eccellenti performance del resiliente segmento Energy e dalla ripresa del Telecom.

L’EBITDA rettificato è cresciuto significativamente del 16,2% a quota 976 milioni di euro, superando la fascia alta delle aspettative del Gruppo e della guidance rivista, ossia 920-970 milioni di euro.

Ancora una volta il segmento Energy ha dimostrato di essere resiliente, con una solida crescita organica del 10,7% e una marginalità stabile. A questo si aggiungono le eccellenti performance dei business Energy & Infrastructure e Industrial & Network Components.

Il segmento Projects ha riportato una crescita organica del 10,2%, riconducibile in particolare all’eccellente execution dei progetti di Cavi Sottomarini Energia nel corso del secondo semestre. Il Gruppo ha anche confermato la propria leadership tecnologica e di mercato, assicurandosi nel corso dell’anno commesse record dal valore di circa 4,8 miliardi di euro.

Degna di nota è anche la ripresa del segmento Telecom durante il 2021, trainata dalla forte domanda delle nostre soluzioni negli Stati Uniti, per una crescita organica che si attesta al 12,7%.

Il Gruppo continua a registrate una forte generazione di cassa con un Free Cash Flow di 365 milioni di euro nell’anno, ± 20% superiore alla guidance precedente.

Alla luce dei risultati molto positivi riportati nel 2021 il Consiglio di Amministrazione proporrà di distribuire un dividendo unitario di 0,55 euro, per un payout di circa 145 milioni di euro, ove approvato dalla prossima Assemblea degli Azionisti.

 

Accelerare il roll-out dei progetti globali

Nel corso dell’intero 2021 abbiamo continuamente alzato l’asticella in termini di consegna di progetti di cablaggio. Grazie alle execution capabilities, alla capacità produttiva e agli investimenti non abbiamo rivali e continuiamo a offrire soluzioni all’avanguardia per collegamenti in cavo terrestre e sottomarino ad alta tensione in alcuni degli ambienti più sfidanti al mondo e per i principali parchi eolici offshore a livello globale.

È stata varata la Leonardo da Vinci, una nave posacavi all’avanguardia che rappresenta un asset unico per lo sviluppo di reti elettriche efficienti e sostenibili a supporto della transizione energetica.

Il 2021 ha anche visto diversi importanti sviluppi nella divisione Projects tra cui il Viking Link, l’interconnessione sottomarina più lunga al mondo tra il Regno Unito e la Danimarca, progetto nel cui ambito sta iniziando a operare la Leonardo da Vinci.

Abbiamo inoltre accelerato l’offerta nell’ambito di alcuni principali progetti negli Stati Uniti, incluso il mega cavo terrestre per la trasmissione di energia SOO Green HVDC Link, primo nel suo genere negli Stati Uniti, e le nuove commesse del Gruppo Dominion Energy per il progetto sottomarino più grande mai assegnato negli Stati Uniti e per il parco eolico offshore Vineyard, il primo parco eolico offshore di grandi dimensioni negli Stati Uniti. L’offerta di energia rinnovabile negli Stati Uniti continua a essere particolarmente insufficiente e ci attendiamo una crescita forte e costante degli investimenti nelle infrastrutture energetiche statunitensi per un certo numero di anni.

 

L’attenzione verso la sostenibilità e la “Social Ambition”

Nel 2021 Prysmian ha fatto passi in avanti nell’accelerare il processo di integrazione dei fattori ambientali, sociali e di governance nelle strategie aziendali. Questo rappresenta un elemento essenziale nel nostro percorso verso la costruzione dell’identità sostenibile del Gruppo per gli anni a venire.

Nel corso dell’anno abbiamo rafforzato il nostro impegno a diventare un’azienda focalizzata sui temi ESG, verso un modello di business che integri la responsabilità economica, sociale e ambientale in tutte le attività del Gruppo, con target Science Based per affrontare la sfida climatica.

A seguito del lancio della nuova e ambiziosa strategia di sostenibilità il Gruppo ha adottato target Science Based allineati ai requisiti dell’Accordo di Parigi e ha anche sottoscritto la “Climate Change Ambition”. Prysmian ha inoltre consolidato il proprio impegno sociale annunciando ufficialmente la “Social Ambition” del Gruppo. Questa ambizione prevede una serie di nuovi target per il 2030, con l’obiettivo di migliorare la diversità, la parità e l’inclusione (DE&I), l’inclusione digitale, l’empowerment delle comunità, nonché l’engagement e l’upskilling del personale.

Il Gruppo è attivo nello sviluppare un’organizzazione che riconosca il bisogno della diversità, dell’inclusione e della parità di genere a tutti i livelli. Ci adoperiamo affinché un numero maggiore di donne possa perseguire una carriera in ruoli tecnici o scientifici all’interno dell’azienda, impegnandoci a garantire che il 30% dei ruoli di senior leadership siano occupati da donne e che oltre 500 donne con un background in ambito STEM siano assunte entro il 2030.

In qualità di azienda intendiamo promuovere attivamente la transizione verso un ambiente lavorativo più equo, inclusivo, ricco, eterogeneo e orientato alla diversità, continuando ad allineare il Gruppo agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.