IT - Investors - Shareholders information - Messaggio ai nostri azionisti

Lettera agli stakeholder

L’esercizio 2016 si chiude nel segno della redditività con l’EBITDA Adjusted più elevato nella storia della nostra società. Le ottime performance di vendita nei business a più elevato valore aggiunto e contenuti tecnologici si sono riflesse in un netto miglioramento della marginalità, favorito anche dalla focalizzazione su efficienza operativa e ottimizzazione del footprint produttivo.

Negli Energy Projects abbiamo messo in campo innovazioni tecnologiche che rappresentano milestones per l’intero settore e abbiamo compiuto significativi progressi nello sviluppo di capabilities di projectengineering ed esecuzione dei progetti in una logica turn-key, grazie anche all’ampliamento della flotta di navi posacavi e mezzi per l’installazione. La spinta al business Telecom proviene invece dal recupero di competitività nella produzione di fibre e dalla creazione di centri di eccellenza produttiva, che hanno consentito all’azienda di cogliere appieno l’opportunità di un mercato in crescita. L’outlook si conferma positivo, sia per i cavi e sistemi sottomarini, dove puntiamo ad aggiudicarci nuovi progetti di interconnessione energetica e off-shore wind farm, sia per il Telecom dove la domanda di cavi ottici si conferma elevata. Le buone performance di vendita e il miglioramento della redditività hanno contribuito ad irrobustire ulteriormente la struttura finanziaria, con una Posizione Finanziaria Netta su livelli migliori rispetto alle aspettative.

IT - Investors - Shareholders information - accordion

I Ricavi di Gruppo sono ammontati a €7.567 milioni, con una variazione organica del +1,0% a parità di perimetro e al netto di variazioni del prezzo di metalli e cambi. l contributi di maggior rilievo sono derivati dalle positive performance del segmento Energy Projects, con l’esecuzione di importanti commesse di collegamenti sottomarini in portafoglio, e dal segmento Telecom, dove prosegue il trend di crescita della domanda di cavi ottici.Le vendite del segmento Energy &Infrastructure sono risultate in flessione, risentendo del calo della domanda di cavi per il settore delle costruzioni edili e del rallentamento della crescita nella Power Distribution. Deboli le performance dei cavi Industrial & Network Components, in conseguenza dell’azione di rifocalizzazione del mix commerciale e del rallentamento del wind in Cina. Significativi incrementi sono registrati invece del business Elevators. Prosegue infine il calo delle vendite nei comparti dell’Oil&Gas, in un contesto di mercato penalizzato dalla discesa dei prezzi del petrolio che ha impattato le attività di estrazione. L’EBITDA Adjusted è risultato in forte crescita, raggiungendo l’ammontare di €711 milioni (+14,1%), il più elevato nella storia della nostra società. A premiare la redditività hanno contribuito anche la focalizzazione su efficienza gestionale e organizzativa, l’ottimizzazione del footprint produttivo e un mix di vendite focalizzato in particolare su Energy Projects e Telecom.

Lo sviluppo della strategia di crescita del Gruppo è proseguito, come nell’esercizio precedente, attraverso la focalizzazione degli investimenti nei business a elevato valore aggiunto e contenuto tecnologico. Nel 2016 sono stati investiti €222 milioni (€210 milioni nel 2015). Attraverso il Fast Forward Operations Project, il Gruppo ha avviato un importante processo di miglioramento della competitività del proprio assetto industriale. La nuova strategia è orientata alla ricerca continua di efficienza produttiva nei segmenti a minor valore aggiunto e alla creazione di centri di eccellenza con elevate competenze tecnologiche dedicati ai segmenti di business a più elevato valore aggiunto.

Gli investimenti in Ricerca e Sviluppo sono ammontati a €84 milioni, in linea con il 2015. Tra i principali risultati raggiunti si segnala il lancio del nuovo cavo P-Laser 600 kV, che consente incrementi della capacità di trasmissione di energia e riduzione dei costi del 10% (per MW trasmesso) e dei cavi HVDC 600 kV XLPE e 700 kV PPL, che assicurano incrementi della capacità trasmissiva fino al 15%.Nel campo dei collegamenti inter-array per off-shore wind farm il Gruppo ha lanciato il nuovo cavo 66kV che consente significativi risparmi nei costi di costruzione e gestione dei parchi eolici. Importanti le innovazioni per reti broadband con il nuovo Flextube, il cavo ottico a più elevata densità esistente al mondo, con oltre 2.000 fibre. Prosegue l’impegno per l’evoluzione delle tecnologie Pry-Cam, sviluppata da Prysmian Electronics, per il monitoraggio delle reti elettriche, che riscuotono crescente apprezzamento: è del 2016 il contratto con National Grid per il monitoraggio on-line delle reti in Gran Bretagna.

L’esercizio è stato caratterizzato anche dal proseguimento del percorso di crescita per linee esterne. Il Gruppo ha acquisito gli assetdella cinese ShenHuan Cable, con l’obiettivo di perseguire in Cina una strategia di crescita indipendente e le attività di cavi dati rame di Corning in Germania. E’ stato inoltre portato avanti il processo di integrazione delle realtà acquisite in precedenza, GulfCoastDownhole Technologies (GCDT), negli USA, e Oman CablesIndustry.

Per quanto attiene allo sviluppo del capitale umano e all’organizzazione aziendale, Il Gruppo si distingue per l’adozione di innovative politiche di peopledevelopment. Nel corso del 2016 sono proseguiti i diversi programmi di talent development e recruiting rivolti sia ai dipendenti sia ai potenziali candidati: la Prysmian Group Academy e la nuova Manufacturing Academy hanno coinvolto oltre 1.000 dipendenti; il Graduate Program, giunto alla sua sesta edizione, ha consentito l’inserimento in azienda di 50 nuove risorse di elevato potenziale; sono state lanciate la nuova edizione del programma di recruiting “Makeit” rivolto all’inserimento di 50 ingegneri e tecnici e il nuovo programma “Sell It” per 50 giovani commerciali ad elevato potenziale, nel totale un inserimento di circa 150 giovani nel Gruppo. E’ proseguito infine il piano YES per l’acquisto agevolato di azioni in favore dei dipendenti, che ha visto aumentare a quasi 9.000 il numero di dipendenti-azionisti, oltre il 50% della popolazione avente diritto.

Il Gruppo ha ulteriormente rafforzato il proprio impegno nell’ambito della Corporate Social Responsibility, con l’adozione dei nuovi SDG Sustainable Development Goals emessi dall’ONU, la definizione di un ampio set di KPI che coprono le tre dimensioni economica, ambientale e sociale, l’adozione della nuova Sustainability Policy e Human Rights Policy, il miglioramento del sistema di disclosure e rendicontazione (elevando a oltre 70 il numero di indicatori GRI inclusi nel proprio Sustainability Report) e la realizzazione di iniziative di stakeholders engagement. Particolare attenzione è stata riservata al posizionamento negli indici di sostenibilità, con il miglioramento dello scoring nel DJSI a 76 punti (70 punti nel 2015). Nel 2016 abbiamo generato Valore Economico pari a €1.710 milioni, in crescita dell’8% sul 2015.

Tra i principi alla base dell’approccio manageriale del Gruppo poniamo da sempre la capacità di rispondere alle aspettative dei nostri stakeholders e azionisti, attraverso la costante focalizzazione sulla creazione di valore. Anche quest’anno che abbiamo raggiunto i target comunicati al mercato e siamo in grado di remunerare i nostri azionisti, che ci confermano la loro fiducia, con una proposta di dividendo in linea con il 2015.