arrow-right angle-down-sx angle-down-dx menu-hamburger search
test
test
test
test
test
test
test
test
test
test
test
test

TOP CONTENT

Una comunicazione strategica e finanziaria rispettosa dei più rigorosi standard di correttezza, chiarezza e trasparenza

Lettera agli stakeholder

Il 2018 è stato un anno importante per Prysmian Group, segnato dall’acquisizione e tempestivo avvio della integrazione con General Cable. La fusione ha rafforzato la leadership globale del Gruppo nell’industria dei cavi e sistemi per energia e telecomunicazioni, con un punto di forza nella capacità di creare innovazione e sviluppare nuove soluzioni capaci di aggiungere valore per i nostri clienti. L’implementazione della nuova organizzazione integrata è stata completata in tempi record, dando vita a un nuovo Gruppo presente in oltre 50 paesi, con 112 unità produttive, 25 centri di Ricerca & Sviluppo e circa 29.000 dipendenti, un universo umano multiculturale e diversificato, che considero l’asset più importante del Gruppo.

Nel dettaglio i risultati dell’esercizio 2018 mostrano una sostanziale positiva performance dei Business che si esprime in una crescita organica dei ricavi pari al 2,8%, con un buon contributo della ex organizzazione General Cable. A supportare la crescita organica dei ricavi è stata, in particolare, la solida performance dei business Telecom e dell’Alta Tensione Terrestre, che hanno offerto un positivo contributo anche a livello di redditività, consentendo di controbilanciare almeno parzialmente l’impatto degli accantonamenti relativi alle problematiche del progetto Western Link. Problematiche che stiamo dimostrando di saper affrontare mettendo in campo tutte le risorse necessarie per supportare il cliente.

L’integrazione con General Cable ha generato sinergie che nel 2018 hanno superato le iniziali aspettative, portandoci a rivedere al rialzo di Euro 25 milioni l’iniziale obiettivo e anticipandolo di un anno, portando a Euro 175 milioni il nuovo target di sinergie al 2021. In miglioramento anche l’Indebitamento Finanziario Netto che si cifra a Euro 2.222 milioni al 31 dicembre 2018. Questo scenario ci ha consentito di comunicare agli investitori e al mercato, per l’intero 2019, un obiettivo di redditività in ulteriore miglioramento, situato nel range di EBITDA Rettificato di Euro 950 milioni – Euro 1.020 milioni, con una previsione di Free Cash Flow intorno ai Euro 300 milioni, dopo costi di ristrutturazione di circa Euro 90 milioni.

Nel corso del 2018 il Gruppo ha continuato a investire in tutte e tre le aree di business, Energy, Telecom e Projects, con particolare focalizzazione sui cavi sottomarini, sulla fibra ottica e sui cavi per telecomunicazioni, rafforzando ulteriormente il presidio delle attività a più elevato contenuto di tecnologia e che generano maggior valore aggiunto. Nel 2018 gli investimenti lordi sono ammontati a 285 milioni di euro, mantenendo il ritmo di crescita del 10% circa ogni anno. In particolare si segnala l’investimento nella nuova nave posacavi, che consentirà di consolidare e rafforzare la leadership nel mercato dei cavi e sistemi sottomarini dove gli assets e capacità di installazione diventano sempre più driver strategici di competizione. Di particolare rilievo, tra gli investimenti effettuati nel 2018, anche il potenziamento produttivo in Cina di Prysmian Technology Jiangsu, che consente al Gruppo di offrire una gamma completa di cavi ad Alta Tensione, nonché incrementi di capacità produttiva e recupero di efficienza negli stabilimenti di fibre e cavi ottici in tutto il mondo e in particolare in USA, Francia e Italia. Degno di menzione è anche il progetto pilota Industry 4.0 avviato a Calais in Francia.

La fusione di General Cable in Prysmian Group ha rafforzato anche la capacità di presidio nel campo cruciale della Ricerca & Sviluppo, con particolare indirizzo verso innovazioni sempre più rispondenti alle esigenze dei clienti. Nel corso del 2018 Prysmian Group ha investito in Ricerca, Sviluppo e Innovazione un totale di circa 105 milioni di euro. Un impegno supportato da oltre 900 professionisti in 25 centri R&D distribuiti in tutto il globo. Di questi, 8 centri sono portati in dote da General Cable che vanno ad aggiungersi ai 17 centri Prysmian Group, con un portafoglio combinato di oltre 5.600 brevetti. In particolare si sono aggiunti due centri R&D strategici della ex organizzazione General Cable: l’Indianapolis Technology Centre, centro di eccellenza per l’innovazione dei materiali, e il Marshall Technology Centre, un laboratorio per test elettrici di standing globale. Il cuore del sistema è situato al centro di Milano a fianco dell’Headquarter. Nel 2018 sono stati portati avanti importanti progetti, tra cui il programma Design to Cost con focus sull’uso dei migliori materiali, tecnologie e disegno di cavi dalle due società e oltre 100 progetti di sviluppo prodotto: in particolare i Cavi sottomarini per altissime profondità con armature sintetiche, le qualifiche dei cavi altissima tensione in corrente continua a 600kV con isolamento in P Laser e XLPE , i cavi ottici ad alta densità FlexRibbon fino a 6.912 fibre, i conduttori avanzati per linee aeree ad alta emissività di calore E3X e il Pry Cam Grids di nuova generazione con velocità, accuratezza, semplicità e affidabilità di misura migliorate.

Nel 2018 Prysmian Group ha lanciato il progetto Corporate Hangar con l’obiettivo di rafforzare la capacità di creare innovazione, mantenendo la sua efficienza e abilità di soddisfare i bisogni dei clienti. Durante il 2018, le attività di R&S hanno continuato a beneficiare del finanziamento di Euro 110 milioni erogato dalla Banca Europea degli Investimenti per le attività di Prysmian nella ricerca industriale, nell’innovazione, nella sperimentazione e nello sviluppo di nuovi prodotti, nell’ambito di un supporto ai programmi di R&S del Gruppo in Europa per il 2017-20 che copre circa il 50% degli investimenti programmati in sei paesi: Italia, Francia, Gran Bretagna, Olanda, Spagna e Germania.

L’acquisizione di General Cable ha confermato la vocazione alla crescita per linee esterne del Gruppo che si propone come polo di aggregazione della frammentata industria mondiale dei cavi. L’avvio in tempi record dell’integrazione ha consentito il completamento della nuova organizzazione in soli 6 mesi. L’unione con General Cable costituisce una pietra miliare nella storia di Prysmian al pari dell’integrazione del 2011 con Draka e fa seguito ad una serie di importanti operazioni recentemente realizzate, tra cui l’acquisizione degli asset della cinese Shen Huan Cable, quella delle attività di cavi dati rame di Corning in Germania e, meno recentemente, dell’americana Gulf Coast Downhole Technologies e di Oman Cables Industry. La nuova organizzazione è già saldamente strutturata e dotata di un team di leadership ampliato e pronto a guidare il Gruppo a tutti i livelli: corporate, regionale, di business e funzionale. Il Gruppo integrato beneficerà anche di un netto rafforzamento della presenza geografica: General Cable è sempre stata forte particolarmente nelle Americhe e ora, grazie alla fusione, ha raddoppiato la posizione nella regione.

Nel 2018 Prysmian ha continuato a investire nella valorizzazione del capitale umano per garantire a tutti obiettivi di crescita personale e professionale che rispecchino le aspettative a lungo termine e creino le condizioni per far crescere il nostro business globale. Oltre 7.500 persone stanno completando la propria formazione, che include corsi per lo sviluppo della leadership alla Prysmian Group Academy, con i due centri di eccellenza della Manufacturing Academy e della R&D Academy. Con Build the Future, che nel 2018 ha registrato 38.000 domande, mettiamo a disposizione un programma di crescita per laureati che ha portato a 300 assunzioni tra il 2012 e il 2018. Con i programmi “Make It” e “Sell It” portiamo a livello di eccellenza professionisti con già un’esperienza tra i 3 e i 7 anni nel settore manifatturiero. Abbiamo anche proseguito nel nostro impegno per promuovere la diversity e l’inclusion a tutti i livelli dell’organizzazione con il programma Side by Side, mentre insieme a General Cable abbiamo dato vita ad attività volte alla valorizzazione delle diverse culture, background ed esperienze.

YES, il programma per allargare l’azionariato in Prysmian ai dipendenti, ha raggiunto il traguardo di 9.200 adesioni pari al 53% degli aventi diritto. Non sono mancati i riconoscimenti per questo impegno, come il Malaysia Best Employer Brand Award o il posizionamento tra i tre finalisti della categoria ‘Best Employer Brand’ dei LinkedIn Talent Awards Italia.

Negli ultimi anni il Gruppo ha compiuto significativi passi avanti nella focalizzazione di obiettivi e relativi piani di azione, volti a migliorare le performance di sostenibilità. Obiettivi e piani di azione che sono stati estesi anche alla nuova organizzazione conseguente l’integrazione di General Cable. Particolare attenzione è stata prestata a tematiche risultate di particolare rilevanza per i nostri stakeholders quali l’efficienza energetica e la riduzione dell’impatto ambientale, la valorizzazione delle nostre persone nonché il rispetto delle comunità dove siamo presenti e, non ultime, le policy e i codici a presidio dell’eticità, trasparenza e correttezza del business.

Nel 2018 Prysmian Group ha conseguito un buon posizionamento nei principali indici internazionali, tra cui il Dow Jones Sustainability Index e il Carbon Disclosure Project. Tra i progetti di Ricerca&Sviluppo che hanno prodotto risultati significativi dal punto di vista della sostenibilità, da segnalare le ricerche condotte sui cavi sottomarini per le alte profondità, per la posa fino a 3.000 metri sotto il livello del mare, la tecnologia ‘Lead Less’, che consente di eliminare l’utilizzo del metallo nei cavi energia, e la tecnologia P-Laser ora applicata anche ai cavi ad alta tensione per renderli pienamente riciclabili e sostenibili elevando inoltre la capacità di trasmissione di energia. Nel Business Telecom, Prysmian ha sviluppato FlexRibbon™, cavo record che contiene fino a 6.912 fibre ottiche consentendo così la riduzione dell’impatto dei lavori civili nella realizzazione di reti telecomunicazioni. L’impegno per la sostenibilità è stato riconosciuto anche con l’assegnazione al nuovo Headquarters di Prysmian Group a Milano della LEED Platinum International Certification, lo standard globale di riferimento per la determinazione delle caratteristiche ambientali degli edifici. Lo stabilimento di Slatina in Romania, la più grande fabbrica di cavi ottici d’Europa, ha ottenuto uno speciale riconoscimento da parte della Joint Audit Cooperation per le elevate performance di sostenibilità.

Alla luce dei risultati conseguiti in un anno non facile come il 2018, siamo quindi in grado di proporre ai nostri azionisti un dividendo di Euro 0,43 per azione confermando il nostro impegno nel remunerarli adeguatamente.