Prevedibile evoluzione della gestione

Prevedibile evoluzione della gestione

Prevedibile evoluzione della gestione

Nel 2018 l’economia globale ha registrato una crescita rispetto all’anno precedente, sebbene si siano manifestati segnali di deterioramento ciclico in molte economie avanzate e di paesi emergenti. Nell’area dell’euro la crescita ha mostrato segnali di rallentamento a partire dalla seconda metà dell’anno in parte a causa di fattori di instabilità finanziaria, ma anche per un deterioramento delle attese delle imprese e per la debolezza della domanda.

Il tasso di crescita è rimasto robusto negli Stati Uniti, supportato dai consumi interni e dagli investimenti. Tra le principali economie emergenti, in Cina il rallentamento dell’attività economica, in atto dall’inizio del 2018, è proseguito anche negli ultimi mesi,  onostante le misure di stimolo fiscale introdotte dal governo. Gli inizi del 2019 sembrano confermare il consolidamento di tali trend, con attese di peggioramento di alcune economie.

Sull’espansione dell’attività economica internazionale gravano, infatti, numerosi fattori di incertezza e rischiosità: le ripercussioni di un esito negativo del negoziato commerciale tra Stati Uniti e Cina attualmente in corso, il riacutizzarsi delle tensioni finanziarie nei paesi emergenti, le modalità con le quali si concluderà il processo di uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.

In tale contesto macroeconomico il Gruppo Prysmian prevede, per l’esercizio 2019, una domanda nei business ciclici dei cavi per le costruzioni e industriali in leggera crescita rispetto al 2018. Atteso un trend di moderata ripresa anche nel business dei cavi di media tensione per le utilities, con un andamento eterogeneo nelle diverse aree geografiche. Nel business dei sistemi e cavi sottomarini, il gruppo Prysmian punta a riaffermare la propria leadership, alla luce di un mercato atteso stabile rispetto ai livelli del 2018. I risultati di tale business saranno positivamente influenzati dal recupero dell’effetto negativo degli accantonamenti Western Link (Euro 165 milioni).

A livello organico nel 2019 è attesa una contrazione per effetto della limitata raccolta ordini del 2018. Per i sistemi e cavi in Alta Tensione Terrestre il Gruppo si attende una sostanziale stabilità, con un progressivo miglioramento dei risultati attesi in Cina e nel Sud Est asiatico grazie al nuovo assetto produttivo.

Nel segmento Telecom, infine, il Gruppo prevede che la crescita nel 2019 si mantenga solida, sostenuta dalla espansione della domanda di cavi ottici in Europa e Nord America, mentre si attende un rallentamento dovuto alla riduzione di volumi per il mercato australiano. L’effetto traslativo derivante dalla conversione nella valuta di consolidamento dei risultati delle consociate è assunto neutrale sul risultato operativo di Gruppo.

Alla luce delle considerazioni di cui sopra, il Gruppo prevede di realizzare nell’esercizio 2019 un EBITDA rettificato compreso nell’intervallo Euro 950 - Euro 1.020 milioni, in significativo miglioramento rispetto agli Euro 768 milioni registrati nel 2018 (che includeva l’effetto negativo di Euro 165 milioni per il progetto Western Link). La stima di sinergie raggiungibili nel 2019 è di Euro 120 milioni (Euro 85 milioni incrementali nel 2019). Inoltre, il Gruppo prevede per l’esercizio 2019 di generare flussi di cassa per circa Euro 300 milioni con una prevedibile massima oscillazione del 10% (FCF before acquisition & disposals). Tale ammontare include la prevista uscita di cassa di Euro 90 milioni relativa alle attività di ristrutturazione e integrazione.

Il Gruppo Prysmian prosegue con l’ottimizzazione della propria struttura organizzativa e produttiva con l’obiettivo di conseguire, entro l’esercizio 2021, un livello di sinergie cumulate derivanti dall’integrazione con General Cable pari a Euro 175 milioni (rispetto a Euro 35 milioni realizzati a fine 2018), in incremento rispetto al precedente target di Euro 150 milioni nel 2022 e con un anno di anticipo. La previsione si basa sul corrente perimetro di business della Società.