Background Image
Previous Page  6 168 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 6 168 Next Page
Page Background

Prysmian Group – Bilancio di Sostenibilità 2015

Lettera agli Stakeholder

________________________________________________________________________________________________

6

Anche nel corso del 2015 il Gruppo Prysmian ha messo in atto numerose iniziative in tema di sostenibilità che

hanno permesso il raggiungimento di importanti risultati. In particolare, con attenzione agli

Obiettivi di

Sviluppo Sostenibile

(SDGs) al 2030, rinnovati da 193 Stati Membri delle Nazioni Unite per promuovere lo

sviluppo globale, il Gruppo ha rafforzato il proprio impegno attraverso il miglioramento della governance sulla

sostenibilità, una più puntuale analisi dell’impatto delle proprie attività, l’adozione di nuovi KPIs, il

miglioramento della disclosure e la realizzazione di una nuova iniziativa di Multi-Stakeholder Engagement in

Spagna.

Tali sforzi sono stati accompagnati da un processo di diffusione della cultura della sostenibilità all’interno

dell’organizzazione e da una rigorosa rendicontazione che garantisce completezza e trasparenza rispetto alle

tematiche economiche, sociali e ambientali affrontate dal Gruppo. Il presente Bilancio di Sostenibilità applica

le “

Sustainability Reporting Guidelines G4

” definite nel 2013 dal GRI – Global Reporting Initiative – che

guidano le organizzazioni nella condivisione delle informazioni relative agli aspetti materiali, ovvero che

riflettono gli impatti significativi da un punto di vista economico, ambientale e sociale e che influenzano in modo

sostanziale le valutazioni e le decisioni degli stakeholder. Con lo scopo di garantire l’affidabilità delle

informazioni contenute all’interno del documento, anche quest’anno è stato affidato a Deloitte l’incarico di

verificare tali informazioni e di rilasciare la relazione della Società di Revisione.

Nel 2015 il Gruppo è stato incluso nel prestigioso indice globale

FTSE4Good

, composto da imprese che si

contraddistinguono per una gestione etica, trasparente e sostenibile delle proprie attività. Inoltre Prysmian ha

ottenuto un miglioramento di 10 punti nel Corporate Sustainability Assessment per il

Dow Jones

Sustainability Index

(DJSI), uno dei principali assessment di sostenibilità organizzati a livello internazionale.

La strategia di sostenibilità adottata dal Gruppo si concentra su tematiche chiave quali l’innovazione

tecnologica e sostenibile delle soluzioni offerte, la responsabilità ambientale dei processi produttivi, la gestione

delle relazioni con le comunità locali, l’attenzione alla sicurezza sul lavoro e alla crescita delle persone.

A livello di

Governance

, il Consiglio di Amministrazione ha affidato al Comitato per la Remunerazione e le

Nomine il compito di supervisionare le questioni di sostenibilità connesse all’esercizio dell’attività del Gruppo

e alle sue dinamiche di interazione con tutti gli stakeholder.

In ambito di

responsabilità economica e finanziaria

, dopo l’ampio coinvolgimento dei primi due anni,

Prysmian ha di nuovo aperto le porte al programma internazionale YES (Your Employee Shares), un piano di

acquisto di azioni a condizioni agevolate per i propri dipendenti. Ad oggi il piano YES ha coinvolto circa il 40%

dei dipendenti, con un investimento vicino ai 17 milioni di Euro pari a circa l’1% del capitale. Un successo per

il piano, che ha l’obiettivo di aumentare la vicinanza, il coinvolgimento, il senso di appartenenza e la

comprensione del business da parte dei propri dipendenti, rafforzando la percezione interna del Gruppo

Prysmian come una ‘One Company’.

Il percorso di

sviluppo di prodotti innovativi

è proseguito in tutti i segmenti di mercato: Energy Projects,

Energy Products e Telecom. Durante l’anno il Gruppo ha ampliato la linea di cavi Afumex Green, di cui Afumex

Green 1kV rappresenta ora il cavo più sostenibile e sicuro sul mercato. In particolare, nella realizzazione di

questo prodotto viene sostituito il tradizionale polietilene derivante dal petrolio, utilizzato per l’isolamento, con

il biopolietilene (politilene “green”), un materiale derivato dalla canna da zucchero, rinnovabile al 100%,

certificato a livello internazionale e capace di ridurre le emissioni di CO

2

.