"No transition without transmission"

Prysmian alla seconda edizione di "Supergrid 2013", la conferenza annuale dell'associazione "Friends of the Supergrid" (FOSG), a Bruxelles

Milano, Italia   -   19 Mar 2013

"No transition without transmission"

Prysmian alla seconda edizione della conferenza annuale di Friends of the Supergrid “No transition without transmission”

“L’incertezza normativa, non la tecnologia, rimane il principale ostacolo per lo sviluppo di una rete elettrica integrata in Europa” affermano i leader dell’industria.

 

Milano, 19 marzo 2013. Prysmian Group, leader mondiale nel settore dei cavi e sistemi per l’energia e le telecomunicazioni, parteciperà oggi, 19 marzo, alla seconda edizione di “Supergrid2013”, la conferenza annuale dell’associazione “Friends of the Supergrid” (FOSG), a Bruxelles.

Dopo il successo di “Supergrid2012”, questa seconda edizione si propone di portare avanti i temi che stanno alla base della creazione di un settore energetico a ridotto contenuto di carbone in Europa e ribadire l’importanza della creazione di una rete elettrica europea che integri grandi quantitativi di energia da fonti rinnovabili e permetta di ridurre i costi per gli utenti finali, raggiungendo e superando gli obiettivi della strategia Europa 2020 e migliorando la sicurezza e l’indipendenza energetica europea.

FOSG è un’associazione composta da un gruppo di aziende che ha l’obiettivo di promuovere e supportare lo sviluppo di “una rete di trasmissione pan-europea (la Supergrid) che semplifichi l’integrazione di grandi quantitativi di energia da fonti rinnovabili e il bilanciamento della trasmissione elettrica, con l’obiettivo di migliorare il mercato dell’energia stessa in Europa”. L’associazione, composta in fase iniziale da dieci membri fondatori, conta oggi 23 aziende appartenenti a tutte le categorie della supply chain elettrica.

Prysmian Group, insieme ad altre nove aziende leader nel settore dello sviluppo di infrastrutture energetiche, è uno dei membri fondatori di FOSG e conta numerose presenze negli svariati gruppi di lavoro dell’associazione. “Come tutti i membri di FOSG, il Gruppo crede fermamente nello sviluppo della Supergrid in Europa e comprende che questa non è solo un’eccezionale opportunità di business per coloro i quali fanno parte dell’associazione, ma anche - e soprattutto - una priorità necessaria per l’Europa, al fine di consentire il raggiungimento degli obiettivi in termini di sostenibilità, libero mercato e indipendenza energetica” sostiene Marcello Del Brenna, CEO di Prysmian Powerlink e Chairman del Board di Friends of the Supergrid.

Durante il discorso di chiusura dell’edizione 2012 della conferenza, Del Brenna ha evidenziato che “la transizione verso una nuova tipologia di sistema energetico non potrà verificarsi se non accompagnato da un nuovo approccio alla trasmissione. Non esistono ostacoli di tipo tecnologico allo sviluppo di una Supergrid europea. Le tecnologie essenziali per la rete sono oggi disponibili e le interconnessioni potrebbero essere trasformate da point-to-point a multi-terminale e diventare gli elementi costruttivi di una rete più vasta e sovrapposta. Per il futuro è però necessario, a livello europeo, un nuovo quadro normativo, che consenta di intraprendere i primi passi verso la costruzione della Supergrid europea decennio successivo al 2015 " Questi saranno anche i presupposti di base dai quali partirà il suo intervento alla conferenza 2013, il cui titolo è “No Transition without Transmission”.

Tra i relatori e moderatori confermati che parteciperanno attivamente a “Supergrid 2013”, da segnalare la prestigiosa presenza di Jeremy Rifkin, economista di fama mondiale, fondatore e presidente della  Foundation on Economic Trends (USA), autore del libro “The Third Industrial Revolution; How Lateral Power is Transforming Energy, the Economy and the World”.