Alessandro Trolli

SUBMARINE CABLES PROGRAM MANAGEMENT - HQ MILAN ITALY

 

Alessandro Trolli è entrato a far parte del gruppo Prysmian attraverso la prima sessione del progetto “Build the Future”, nel 2012. Scopri che cosa fa all’interno del gruppo e qual è la sua esperienza.

Di che cosa di occupi e perché è importante?

Attualmente sto lavorando come Product Development & Continuous Improvement Engineer presso lo stabilimento di Pikkala, in Finlandia. Da un lato, sto seguendo il processo di industrializzazione dei cavi sottomarini, affrontando tutti i relativi problemi tecnici; dall’altro, sto lavorando alla definizione ed implementazione di nuovi interventi, per migliorare l’efficienza della produzione e del materiale.

Com’è composto il tuo team?

La complessità dell’esecuzione di cavi sottomarini richiede persone flessibili, dedite all’azienda. Il team in cui sto lavorando è un misto fra ingegneri finlandesi ed italiani. Abbiamo un variegato background e prospettive differenti: questo mix ci rende adatti per questo business!

Come sei cresciuto all’interno del tuo ruolo?

Ciò che sono è il risultato di quello che ero, e delle persone che ho incontrato: sono influenzato da tre principali caratteristiche. Prima di tutto, nelle mie attività quotidiane sono guidato dalla mia attitudine alla curiosità. In secondo luogo, ho appreso il metodo di lavoro dal team che si occupa dello sviluppo dei prodotti sottomarini, e dalla loro dedizione verso l’azienda. Ultimo, ma non meno importante, sono stato incoraggiato e sostenuto dal mio tutor a prendere le decisioni giuste nei momenti giusti.

Qual è la caratteristica migliore del tuo lavoro?

Amo moltissimo la dinamicità del mio lavoro, che mi motiva moltissimo ogni giorno. La flessibilità, il poco tempo a disposizione per reagire ai problemi e lavorare sotto pressione sono alcune delle sfide che sto affrontando quotidianamente.

Se potessi farlo, cosa cambieresti?

A volte ho percepito il distacco fra il quartiere generale e gli affiliati, ma negli ultimi anni ho visto un miglioramento in questo senso e stiamo andando nella direzione giusta.

Fino ad ora, qual è stato il tuo progetto più gratificante?

Fin dagli inizi sono stato coinvolto in uno dei progetti più impegnativi per l’azienda, il collegamento Westernlink. E, sullo stesso livello, sono molto orgoglioso di aver lavorato a Pikkala per consegnare in tempo ulteriori progetti sottomarini come Borwin3, Dolwin3, Dardanelles1&2 e Shannon River. Ora la maggiore sfida che stiamo affrontando riguarda il progetto 50Hz, che ha richiesto un milione di investimenti per modernizzare lo stabilimento di Pikkala.

Com’è l’ambiente internazionale?

La Finlandia è in qualche modo un Paese davvero affascinante, così come le persone che ho conosciuto qui. Le differenze culturali non sono mai state una barriera, ma un ponte per scoprire un lato sorprendentemente nuovo della mia natura.

Come ti sembra il tuo futuro?

A proposito del mio futuro a breve termine, sono molto vicino alla conclusione dei due anni all’estero del programma universitario e sono pronto ad afferrare nuove opportunità all’interno del business sottomarino. In generale, sarei molto felice di lavorare da qualche parte nel mondo di Prysmian, dove le mie aspettative si incontrano con le richieste della compagnia.

Perché consiglieresti Prysmian a un giovane talento? 

Prysmian mi ha arricchito, dandomi l’opportunità di lavorare per due anni all’estero: non è solo un lavoro, il programma universitario influenza tutta la tua vita, permettendoti di realizzare una grande crescita personale!

Cristiana Scelza, Head of SURF business, in Brasile, è stata il tutor di Alessandro Trolli fin dall’inizio del suo ingresso nella compagnia.

Cristiana, quali sono le competenze di Alessandro e come contribuisce al business un giovane talento?

Alessandro è un alto “piccolo principe”, un giovane uomo che sa quanto sia importante l’unione dei valori personali e professionali, una persona che si mette in discussione tutte le volte prima di farlo con gli altri, che guarda al di là delle apparenze e dando fiducia anche a persone con un carattere un po’ particolare, perché potrebbe sempre imparare qualcosa.

E’ curioso, dedito, umile, desideroso di dare una mano per il raggiungimento degli obiettivi dell’azienda: fin dal suo primo giorno ha cercato di imparare il più possibile, per poter contribuire velocemente alla soluzione dei problemi, anche in casi difficili come quello di WesternLink, dove si è comportato così, dando il proprio contributo in un brevissimo arco di tempo. Rispettoso nei confronti di tutti, è una persona che fa squadra, anche all’interno degli ambienti più difficili, un vero leader da cui prendere esempio.

 

Andrew Hamesath / Alessandro Trolli

GRADUATE PROGRAM

Scopri di più sul Graduate Program e invia la tua candidatura

arrow-right arrow-right-strong Vai alla pagina