Prysmian ai Giochi Europei

Forniti cavi LS0H per lo Stadio Olimpico di Baku

Turchia   -   04 Ago 2015

Prysmian ai Giochi Europei

Forniti cavi LS0H per lo Stadio Olimpico di Baku

Prysmian Group Turkey ha fornito tutti i cavi a bassa tensione recentemente utilizzati per la costruzione del nuovo Stadio Olimpico di Baku. I cavi sono stati impiegati per realizzare i sistemi elettrici audio e video dell’impianto sportivo che si estende su un’area di oltre 617 mila metri quadri nella città di Baku, capitale dell’Azerbaijan.

Il cliente, Anel Group, azienda turca attiva nel settore dell'ingegneria e dell'elettromeccanica, ha installato cavi a bassa tensione LSOH (Low Smoke Zero Halogen) che, grazie al rivestimento realizzato con composti termoplastici o termoindurenti, se esposti a fonti di calore o incendio rilasciano bassissime emissioni di fumi e nessun alogeno. L’assenza di alogeni fa sì che i cavi non generino combinazioni pericolose di gas, acidi o fumi tossici durante un incendio.

Questa tipologia di cavi è sempre più richiesta dalle autorità edilizie per salvaguardare le persone e le attrezzature dai gas tossici e corrosivi, soprattutto laddove vi siano aree scarsamente ventilate. La resistenza al fuoco del cavo indica inoltre la capacità di rimanere operativo anche durante un incendio.

A seguito dalla pubblicazione nell’ambito della direttiva CPR (Construction Products Regulation – regolamento dei prodotti da costruzione) dei più recenti requisiti di performance dei cavi in caso di incendio, il periodo di transizione alla CPR (applicabilità del marchio CE) inizierà nel terzo trimestre del 2015. La normativa EN 50575 è stata ufficialmente pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea (OJEU) a luglio 2015 e conseguentemente la CPR inizierà ad essere applicata ai cavi a partire dal 1° Dicembre 2015, con un periodo di coesistenza di un anno.

Al fine di aiutare i propri clienti in questa transizione, Prysmian Group sta per avviare una campagna di comunicazione volta a promuovere ed illustrare la CPR in Europa, oltre a rafforzare la propria posizione nel mercato dei cavi. Questa campagna avrà una notevole rilevanza strategica, essendo questo un passaggio cruciale nell'ambito del mercato europeo dei cavi.

Lo Stadio Olimpico di Baku, che porta in parte la firma di Prysmian Group Turkey, ha ospitato i primi Giochi Europei accogliendo oltre 6.000 atleti provenienti da 49 paesi del continente tra il 12 e il 28 giugno 2015. Con un capacità di 68.000 posti a sedere, lo stadio, che rispetta inoltre i più elevati standard richiesti da FIFA e UEFA, ospiterà gli incontri calcistici disputati dalla nazionale dell’Azerbaijan e si presterà anche come cornice ideale per concerti.

Erkan Aydoğdu, CEO di Prysmian Group Turkey, ha sottolineato l’importanza, per le esportazioni della società, di essere fornitore di cavi per lo Stadio Olimpico di Baku, una delle maggiori strutture sportive al mondo, aggiungendo: “Il nostro contributo nella realizzazione di simili strutture di rilievo mondiale è la riprova del successo sia dell’industria turca che di Prysmian Group. Sono questi traguardi che ci permettono di guardare al futuro con maggiore fiducia".

In qualità di fornitore di cavi per numerosi stadi di alto livello tra cui il Fenerbahçe Şükrü Saraçoğlu Stadium, la Galatasaray Türk Telekom Arena, la Beşiktaş Vodafone Arena e la Trabzon Akyazı Arena, i successi di Prysmian Group Turkey non si limitano al mercato nazionale: perseguendo la sua mission di "Collegare la Turchia al futuro", la società continua infatti a realizzare importanti progetti anche all’estero.