Prysmian ITA 747 e Giancarlo Pedote pronti a ripartire

Categorie: Corporate

L’Imbarcazione sponsorizzata dal Gruppo Prysmian si prepara ad affrontare la piu' lunga tappa nella storia della regata in solitaria.

Milano, Italia   -   13 Nov 2013

Prysmian ITA 747 e Giancarlo Pedote pronti a ripartire

Milano, 13 novembre 2013. Il velista Giancarlo Pedote e la sua imbarcazione Prysmian ITA 747 si preparano ad affrontare la tappa unica della Mini Transat 6.50, la traversata atlantica in solitaria dedicata alle più piccole imbarcazioni da regata, dopo l’annullamento della prima delle due tappe previste.

La corsa, partita a ottobre e originariamente pensata in due frazioni, dalla costa atlantica francese alle Canarie, e dalle Canarie a Guadalupe, è stata rivoluzionata a causa di condizioni meteo avverse che ne hanno condizionato lo svolgimento. Il primo tratto, già diviso in due e ridotto a gara in corso, aveva visto il dominio di Pedote, virtualmente primo per distacco e ormai prossimo all’arrivo al momento della decisione dell’organizzazione francese di annullare la prima parte di gara e la relativa classifica.

Oggi, dopo giorni di spostamenti delle varie imbarcazioni e con condizioni meteo ancora difficili, i velisti si preparano ad affrontare la gara con un percorso ridisegnato e allungato per coprire anche la tratta esclusa a ottobre. Partendo da Sada, sulla costa atlantica spagnola, gli skipper dovranno raggiungere direttamente Pointe-à-Pitre, in Guadalupe, passando per le Canarie e percorrendo un unico tragitto di 3.700 miglia che rende questa tappa la più lunga della storia della Mini Transat.

“Si tratta di una tappa molto lunga che per molti sarà estenuante, e non è da escludere che qualcuno possa restare senza cibo e senza acqua” commenta Giancarlo Pedote prima della partenza.

“Purtroppo le condizioni meteo non ci permettono di affrontare con serenità questa nuova sfida, alla partenza è previsto un anticiclone molto forte con raffiche fino a 30 nodi. Posso però dire di essere molto fiducioso visto come si è comportata la barca nella prima frazione, quando le condizioni climatiche erano già difficili.

Il percorso di avvicinamento alla Mini Transat di Giancarlo Pedote, nei primi mesi dell’anno, è stato ricco di successi: dai primi posti alla Trinité–Plymouth e al Trophée Marie-Agnès Péron –con la prima vittoria di un italiano e il record assoluto di velocità– ai secondi posti alla Demi-Clé e alla Pornichet Sélect 6.50.

La partecipazione e il supporto del Gruppo Prysmian sono frutto di una proficua collaborazione che combina i valori della vela e la missione di business del Gruppo di perseguire l'eccellenza in termini di prestazioni, qualità, competitività e innovazione, puntando sempre al rispetto per l'ambiente e utilizzando le risorse in maniera responsabile.

E’ possibile seguire la regata sul sito ufficiale http://www.minitransat.fr/

Download PDF file_download